ENERGIZZIAMOCI

L’Istituto Comprensivo di Riano ha partecipato al bando di finanziamento della Regione Lazio “Fuori classe – Progetti di rafforzamento della partecipazione attiva e dei processi di apprendimento da attuare nelle scuole della Regione Lazio”, affrontando con il progetto ENERGIZZIAMOCI il problema della dispersione scolastica. Questo fenomeno coinvolge in particolare tutti quei soggetti la cui estraneità al contesto generale, dovuta a differenze culturali, sociali o di abilità psico fisiche rende difficile e solitario il cammino. Un’azione di contrasto efficace quindi deve incentrarsi su azioni mirate al ristabilire un ambiente sereno e partecipativo nel gruppo classe e più in generale nella comunità. Questo lo abbiamo ottenuto parlando di Energia e lavorando su più fronti:

  1. Formazione degli insegnanti per l’uso di didattiche innovative e coinvolgenti;
  2. Rafforzamento psichico dei soggetti a rischio attraverso l’aumento dell’autostima;
  3. Inserimento del soggetto nel gruppo classe e della famiglia nella comunità attraverso azioni mirate da un lato a sensibilizzare il gruppo e dall’altra a favorire l’inserimento;
  4. Creazione di una stretta collaborazione tra famiglia, scuola, istituzioni e territorio per instaurare e mantenere l’integrazione.

Siamo convinti che alla base di tutto sia necessario instillare profondamente nei ragazzi il concetto di rispetto nella sua accezione più ampia: rispetto dell’ambiente e rispetto di sé stessi e degli altri che di quell’ambiente fanno parte. In questo modo la diversità di qualunque genere non è più motivo di esclusione e le relazioni tra persone diventano tali per cui il contesto scolastico si trasforma in elemento di supporto e riferimento.

AZIONI

  • lezioni in aula (8 ore a classe), tenute dalle esperte di Remmondo, destinate a n.6 classi della Scuola Primaria (circa 150 alunni). Verrà utilizzata una didattica multimediale  ricca di filmati, immagini, giochi e test. Gli argomenti riguarderanno il problema energetico, l’inquinamento dovuto all’uso di fonti di energia fossili e la scoperta delle fonti rinnovabili;

 

  • laboratori scientifici di alto livello (ad esempio realizzazione di un pannello fotovoltaico ai frutti di bosco) da effettuarsi in gruppo;
  • visita guidata al Museo di Roma Explora;
  • corso di public speaking per insegnanti con il bravissimo Massimiliano Cavallo, per fornire nozioni utili a strutturare e gestire la lezione in modo da mantenere viva l’attenzione dei ragazzi rendendo per loro interessante e piacevole il momento educativo;
  • sempre alle insegnanti è dedicato l’incontro con il noto psicoterapeuta e mediatore sociale Lorenzo Braina per migliorare l’approccio psicopedagogico in aula;
  • seminari aperti ai genitori sulla bioedilizia per la salubrità dell’ambiente domestico o le caratteristiche delle macchine elettriche, che abbiano un’utilità pratica ma siano anche momento di aggregazione e confronto, in questo modo sarà garantita l’affluenza non solo dei genitori ma della comunit. I partners aderenti al progetto saranno presenti per portare il loro contributo.
  • giornata finale  aperta alla partecipazione attiva non solo degli insegnanti ma anche di amici e parenti  che in squadra con le proprie classi si cimenteranno in una edizione speciale della caccia al tesoro. L’evento si terrà su location fornita dall’Università Agraria e costituirà un importante opportunità per conoscersi, lavorare in gruppo, socializzare, ripetere a scala più grande e con gli adulti quanto fatto in classe con i ragazzi.

Scarica Elenco e ruoli dei PARTNERS

OBIETTIVI: L’obiettivo primario del progetto è combattere la dispersione scolastica

  1. lavorando direttamente sui ragazzi attraverso l’aumento dell’autostima personale, l’approfondimento del concetto di rispetto, il miglioramento delle tecniche didattiche, la creazione di un ambiente sereno e accogliente, la creazione di un gruppo classe unito ed una maggiore e proficua interazione genitori – scuola;
  2. attraverso azioni dedicate alle famiglie in modo da creare all’interno della scuola e del Comune occasioni stimolanti di incontro e socializzazione che spingano all’interazione sociale. Famiglie integrate positivamente all’interno della Comunità hanno figli che a loro volta possono inserirsi più facilmente nei gruppi classe e vivere la scuola anche come punto di incontro e socializzazione.

Alla base di tutto comunque è necessario instillare profondamente nei ragazzi il concetto di rispetto nella sua accezione più ampia: rispetto dell’ambiente e rispetto di sé stessi e degli altri che di quell’ambiente fanno parte. In questo modo la diversità di qualunque genere non è più motivo di esclusione e le relazioni tra persone diventano tali per cui il contesto scolastico si trasforma in elemento di supporto e riferimento.

ARTICOLI

TRE PROGETTI PRONTI AL VIA

INVITO MANIFESTAZIONE FINALE