La passione di Monica diventa Bene Comune

In un Comune dove manca una libreria, una biblioteca la passione di un’unica persona per i libri, la lettura, la carta diventa ORO per un’intera Comunità.
Questo ha fatto Monica Maggi a Riano, nei Comuni limitrofi e in molti altri quartieri di Roma, offrendo appuntamenti settimanali con la sua postazione dove tutti possono andare a rovistare per trovare una buona lettura, senza limitazioni di età, possono avvicinarsi al suo banchetto per ricevere sorrisi, parole gentili e socializzare, fattore importante in questo periodo forzato, ma necessario, di disaggregazione. Monica così ci ha viziato e continua a viziarci sorretta dalla sua grande Passione che diventa Bene Comune. E così appuntamento dopo appuntamento impariamo che se vogliamo una comunità migliore dobbiamo superare i limiti della nostra indolenza rimboccandoci le maniche e aiutandoci a vicenda.

Di cose da fare ce ne sono innumerevoli, dalla pulizia del territorio, alla salvaguardia e manutenzione del verde,…. Non ci possiamo nascondere dietro l’assenza della volontà delle amministrazioni, ma dobbiamo essere pronti a schierarci in prima linea, e questo l’abbiamo capito anche grazie a te Monica e al suo infaticabile esempio.

Speriamo di crescere sempre più bambini che possano apprendere la cittadinanza attiva dalla realtà e dal buon esempio diffuso delle persone, perché l’educazione civica non si insegna solo sui banchi, ma guardando e vivendo.

Proprio per questo siamo orgogliose di poter avere Monica nei Progetti di Remmondo

3 pensieri su “La passione di Monica diventa Bene Comune

  1. Francesca says:

    La goccia di Monica ha creato un vortice di onde che si propagano sempre di più. Anche in un quartiere di Roma, dove le occasioni per leggere ci sono, Monica ha saputo cogliere il bisogno di chi non vi può accedere. Grande Signora la Monica! Grande persona!

  2. remmondine says:

    Abbiamo conosciuto Monica, tantissimo tempo fa, quando stavamo alla ricerca di persone da inserire nei nostri progetti affinché la Partnership fosse di grande valenza per la valorizzazione del territorio che doveva accogliere le varie iniziative, e da lì è nata una bella amicizia che dura nel tempo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *